L’Astea adotta un sistema di di governance c.d. “ordinario”, fondato su un organo elettivo e deliberativo, l’Assemblea dei soci, che nomina l’organo amministrativo (consiglio di amministrazione) e l’organo di controllo (collegio sindacale).

Al di là del sistema prescelto va comunque sempre tenuto presente che, per quanto si possano adottare formalmente modelli di governance “perfetti”, se poi non viene intrapresa una gestione d’impresa corretta, trasparente, tracciabile, rispettosa anche dei principi contabili, le regole della governance sono destinate a restare solo dei principi formali, non incidenti sull’etica d’impresa.

Quale che sia il sistema, il modello di governance deve poter garantire:

trasparenza: che vuol dire mantenere sempre una chiara traccia delle operazioni poste in essere;

integrità: che vuol dire adottare adeguate procedure che non permettono la manipolazione delle informazioni;

chiarezza: che vuol dire adottare regole contabili chiare, emanate dagli organi preposti e non guidate.

Astea assicura queste garanzie attraverso:

  • l’adozione di procedure certificate ISO 9001, dalla società RINA, primaria società di certificazione;
  • l’esame di bilanci e contabilità da parte del collegio sindacale, nominato dall’Assemblea dei soci;
  • la revisione contabile ad opera di una primaria società di revisione contabile, iscritta all’Albo Consob ed al registro dei revisori contabili.