Tutela di prezzo in caso di perdite occulte dell'impianto interno

1. Premessa

Il “Regolamento per l’attivazione delle misure di tutela del prezzo in caso di perdite occulte” (di seguito per brevità “Regolamento delle Tutele di Prezzo”) disciplina le tutele di prezzo in caso di consumo anomalo riconducibile ad una “perdita occulta”.

Per “perdita occulta” si intende la perdita idrica occorsa a valle del misuratore, sugli impianti di responsabilità dell’utente; si tratta di perdita non affiorante e non rintracciabile con le operazioni di normale diligenza richiesta all’utente per il controllo dei beni di proprietà.

Le caratteristiche di una “perdita occulta” sono:

  • la perdita non era rilevabile dall’esterno in modo diretto o evidente;
  • la perdita è derivata da fatto accidentale ed involontario e non deve essere stata provocata dal cliente o da terzi;
  • la perdita non deve essere conseguente a lavori edili, stradali, scavi o sbancamento del terreno;
  • la perdita non deve essere dovuta al malfunzionamento di rubinetti, di impianti igienici o similari, di vasche di accumulo, di valvole, di impianti estranei di qualsiasi natura (es. impianti di irrigazione giardino, fontane, piscine, addolcitori, autoclavi, riduttori di pressione).

2. Misure di tutela in caso di perdite occulte

Sono previste tre tipologie di tutele:

  1. Tutela ATO3, disciplinata al Regolamento d’Utenza approvato dall’Autorità d’Ambito ATO 3 Marche Centro Macerata (Allegato N);
  2. Tutela ARERA, disciplinata dal Testo Integrato TIMSII allegato alla delibera n. 218/2016/R/IDR dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente e dal Regolamento delle Tutele di Prezzo.
  3. Tutela ASTEA, disciplinata dal Regolamento delle Tutele di Prezzo.

La Tutela ATO3 si applica nei casi in cui siano rispettati i requisiti previsti al successivo punto 3 per la Tutela ATO3.

La Tutela ARERA si applica nei casi in cui non sia possibile attivare la Tutela ATO3 ma siano rispettati i requisiti previsti al successivo punto 3 per la Tutela ARERA.

La Tutela ASTEA si applica in tutti i casi di “perdita occulta” per i quali non sia possibile attivare né la Tutela ATO3 né la Tutela ARERA.

3. Requisiti per l’attivazione delle misure di tutela per perdite occulte

I requisiti per l’attivazione delle misure di tutela per perdite occulte sono di seguito riepilogati:

Requisito Tutela ATO 3 Tutela ARERA Tutela ASTEA
Tipologia di utenza Uso Domestico, Uso Condominiale, Uso Artigianale e Commerciale e Uso Industriale Tutte le tipologie di utenza Tutte le tipologie di utenza
Ultima richiesta di tutela presentata dall’Utente Negli anni solari precedenti Oltre 3 anni dalla data di emissione della fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo Negli anni solari precedenti
Tipologia di consumo anomalo Dovuto ad una perdita occulta accertata e dichiarata Dovuto ad una perdita occulta accertata e dichiarata Dovuto ad una perdita occulta accertata e dichiarata
Preventiva adesione al Fondo di Garanzia Obbligatoria Non necessaria Non necessaria
Termine di presentazione della richiesta dalla data di scadenza della fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo Entro 30 giorni Entro 90 giorni Entro 90 giorni
Entità del consumo anomalo Consumo giornaliero almeno pari al doppio del consumo medio giornaliero di riferimento (*) Consumo giornaliero almeno pari al doppio del consumo medio giornaliero di riferimento (*) Consumo giornaliero almeno pari 1,3 volte

il consumo medio giornaliero di riferimento (*)

(*) Il consumo medio giornaliero di riferimento rappresenta il consumo medio giornaliero degli ultimi due anni antecedenti la perdita relativo al medesimo periodo indicato nella fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo, al fine di tener conto di eventuali discontinuità nei consumi, associabili per esempio ad utenze stagionali. Nel caso di nuove attivazioni, il consumo medio giornaliero è determinato sulla base della media della tipologia di utenza.

4. Tutela di prezzo

Le tutele di prezzo, da applicare con riferimento alla fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo, prevedono l’applicazione alla perdita occulta (consumo eccedente il consumo di riferimento) dei seguenti corrispettivi:

Corrispettivo Tutela ATO 3 Tutela ARERA Tutela ASTEA
Servizio di acquedotto Tariffa pari alla metà della tariffa più bassa della tipologia di appartenenza Tariffa pari alla metà della tariffa base fatta salva una franchigia sui volumi fatturabili pari al 30% Nessuna tutela
Servizio di fognatura e depurazione (solo a seguito di dimostrazione della perdita nell’ambiente) Esonero totale dei corrispettivi Esonero totale dei corrispettivi Esonero totale dei corrispettivi
Oneri di perequazione (componenti UI) Nessuna tutela Nessuna tutela Nessuna tutela

 

Il periodo oggetto di tutela di prezzo si estende fino a:

  • la data di riparazione del guasto risultante nella documentazione relativa alla richiesta di attivazione presentata dall’utente nel caso in cui la riparazione avvenga entro 3 mesi dalla data di emissione della fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo;
  • il giorno in cui cade il terzo mese successivo alla data di emissione della suddetta fattura, nel caso in cui la riparazione avvenga successivamente.

5. Modalità di presentazione della richiesta di attivazione della tutela in caso di perdite occulte

La richiesta di attivazione deve essere presentata compilando il Modulo di Attivazione Tutela Perdite Occulte (MOD-H-ATPO) e allegando:

  • Foto prima e dopo l’intervento di riparazione del guasto (effettuate prima che venga chiuso l’eventuale scavo o ripristinato la parete) che consentano di individuare inequivocabilmente il luogo dove si è verificato il guasto e che rappresentino adeguatamente la parte di impianto oggetto di intervento
  • Foto del segnante del misuratore al termine dell’intervento di riparazione
  • Copia della fattura contenente la descrizione dell’intervento di riparazione del guasto; in alternativa alla fattura, l’Utente può allegare il Modulo di Dichiarazione di Avvenuta Riparazione (MOD-H-DAR) a cura dell’idraulico incaricato.

6. Corrispettivo dovuto dall’utente

Con la presentazione della richiesta di attivazione della tutela, l’utente s’impegna a corrispondere un corrispettivo di istruttoria pari a 20,00 euro (iva inclusa) che verrà addebitato nella prima bolletta utile, a prescindere dall’accoglimento o meno della richiesta presentata.

Ulteriori informazioni possono inoltre essere richieste al numero verde gratuito 800 070715 e presso gli uffici commerciali del Gruppo Astea.

Modulo di Attivazione di Tutela Perdite Occulte (per i clienti)Modulo di Avvenuta Riparazione (per gli idraulici)Regolamento Tutela Perdite Occulte