Tariffe servizio idrico anno 2019

NUOVA STRUTTURA TARIFFARIA

L’Assemblea d’Ambito Territoriale Ottimale n. 3 Marche Centro – Macerata con la delibera n. 17/2018 ha approvato la nuova articolazione tariffaria definita ai sensi della deliberazione 665/17 (TICSI) dell’Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente (ARERA) ed in vigore dal 1 gennaio 2018.

COSA CAMBIA PER LE UTENZE DOMESTICHE RESIDENTI

Per le utenze domestiche residenti la nuova articolazione tariffaria prevede delle fasce di consumo che non sono più fisse ma dipendono dal numero dei componenti il nucleo familiare (NCNF).

La Delibera prevede un periodo transitorio sino al 31/12/2021 in cui il calcolo delle fasce di consumo si effettuerà con un numero di componenti standard pari a 3.

E’ però previsto l’obbligo per il gestore di accettare l’autodichiarazione presentata dal singolo cliente e calcolare, anche in tale periodo, le fasce di consumo in relazione al numero effettivo dei componenti per le famiglie numerose, ovvero con un numero di componenti superiore a 3.

 

 

Esempio fasce di consumo annuali
Tariffa domestici residenti
nucleo standard 3 componenti nucleo dichiarato
di 5 componenti
limite min limite max limite min limite max
1 60 1 100
61 120 101 200
121 180 201 300
181 infinito 301 infinito

 

COSA CAMBIA PER LE QUOTE FISSE PER TUTTE LE UTENZE

La nuova articolazione tariffaria prevede la suddivisione del corrispettivo delle quote fisse tra i servizi Idrico, Fognatura e Depurazione, in funzione dell’effettiva erogazione dei servizi nella singola fornitura, come avviene per i corrispettivi relativi ai consumi.

DECORRENZA DELLA NUOVA STRUTTURA TARIFFARIA

La nuova articolazione tariffaria si applica con effetto retroattivo al 01 gennaio 2018. Pertanto nelle prossime fatture i clienti troveranno i conguagli relativi ai periodi già fatturati con la vecchia struttura tariffaria.

REGOLAMENTO APPLICATIVO

L’Assemblea d’Ambito Territoriale Ottimale n. 3 Marche Centro – Macerata con la delibera n. 22/2018 ha approvato il Regolamento applicativo della nuova articolazione tariffaria definita ai sensi della deliberazione 665/17 (TICSI). Le principali previsioni sono:

  • predisposizione del modulo di autodichiarazione del numero di componenti il nucleo familiare (scarica modulo), dove sono indicati i canali di trasmissione; Astea renderà disponibile entro breve la possibilità comunicare il nucleo anche tramite lo sportello online;

  • in caso di presentazione dell’autocertificazione del nucleo (NCNF) entro il 31 maggio 2019 (in deroga al termine del Regolamento del 15 marzo 2019), Astea effettuerà il conguaglio retro-attivo con decorrenza 1.1.2018 degli importi precedentemente fatturati;

  • i clienti sono tenuti a comunicare eventuali variazioni del NCNF entro 60 giorni dell’effettiva modifica;

  • Astea ha la facoltà di effettuare controlli sulla veridicità delle informazioni dichiarate dai clienti nelle autocertificazioni, secondo le modalità previste dalla Legge, procedendo al recupero del gettito non corrisposto in caso di non conforme o omessa comunicazione (fatto salvo quanto previsto agli artt. 75 e 76 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445);

  • Astea ha provveduto ad assegnare a ciascuna fornitura una tipologia d’uso tra quelle previste nel TICSI, in base ai dati a sua disposizione. Il cliente potrà verificare tale assegnazione in bolletta e, in caso di errata attribuzione da parte del Gestore (non se il dato era indicato nel contratto), potrà richiedere il ricalcolo degli importi fatturati, presentando istanza di parte corredata da specifici elementi a comprova.

Per maggiori informazioni è possibile inviare una richiesta all’indirizzo email sportello@asteaspa.it specificando il proprio codice servizio e codice cliente indicati in fattura.

Tariffe in vigore e anno precedente